Il salario minimo federale in USA dovrebbe essere significativamente più alto

L’Economici Policy Institute riporta questo interessante articolo sulla “crescita” del salario minimo negli Stati Uniti – paese dove da sempre si preferisce la contrattazione aziendale o diretta a quella collettiva: il salario minimo reale negli USA ha raggiunto il massimo nel 1968, per poi costantemente scendere fino a perdere il 25% del proprio valore oggi. Eppure se avesse seguito il trend della crescita di produttività, oggi il salario minimo dovrebbe essere circa il doppio di quello del 1968. Un’altra impietosa prova dell’origine delle distorsioni dell’attuale sistema economico, passato da una crescita wage-driven ad una debt-driven a causa della compressione dei salari dei lavoratori, a fronte di una contiuna crescita della produttività.

di David Cooper, 14 aprile 2015

Il salario minimo federale ha raggiunto il suo valore aggiustato all’inflazione più alto nel 1968, quando valeva $ 9,54 all’ora in dollari del 2014. Da quel momento, aumenti infrequenti o inadeguati hanno permesso all’inflazione di eroderne il valore tanto che l’attuale minimo federale di $ 7,25 ha perso circa un quarto del suo potere d’acquisto.

Comparare il salario minimo alle variazioni dei prezzi, tuttavia, è solo un modo di pensare a dove potremmo impostare il livello minimo salariale nazionale oggi. Data la crescita dell’economia e il miglioramento della produttività del lavoro negli ultimi 45 anni, il salario minimo avrebbe potuto essere portato ad un punto nettamente superiore al suo valore aggiustato all’inflazione del 1968. Come mostra la figura sotto, se il salario minimo fosse cresciuto dal 1968 alla stessa velocità dei salari medi orari dei lavoratori addetti alla produzione senza mansioni di controllo – gruppo che comprende circa l’80 per cento di tutti i lavoratori degli Stati Uniti ed esclude direttori altamente retribuiti ed executives – il salario minimo sarebbe quasi $ 11 oggi. Se il salario minimo fosse aumentato dal 1968 allo stesso ritmo di crescita della produttività – vale a dire, il tasso al quale il lavoratore medio può produrre reddito per il suo datore di lavoro in ogni ora di lavoro – sarebbe quasi $ 18,50 per ora.

 

86

Categories Voci dall'estero