Dbank

Deutsche Bank crolla con € 6,8 miliardi di perdite

Mentre la bufera colpisce le banche italiane, e i capitali fuggono verso le banche dei presunti paesi forti,  in sordina vengono a galla anche i ‘terribili’  problemi di un pezzo da novanta, la Deutsche Bank. Qui ne parla il Telegraph, che menziona anche il vespaio di cause legali e  di multe record che appesantiscono il bilancio della maggiore banca tedesca. 

Telegraph, 28 gennaio 2016

La Banca, pronta a licenziare 15.000 dipendenti, è stata colpita da oneri di ristrutturazione e da un calo delle entrate

Deutsche Bank ha confermato una perdita netta di € 6,8 miliardi (£ 5,2 miliardi) l’anno scorso. La maggiore banca della Germania è stata gravata da enormi costi di ristrutturazione, accantonamento rischi e basso reddito.

 Deutsche Bank ha dichiarato che le perdite nel solo quarto trimestre sono state pari a € 2,1 miliardi, dopo che aveva già reso pubblica la gran parte dei suoi conti finanziari la scorsa settimana.

La banca è attualmente impantanata in un pasticcio di circa 6.000 cause legali e a maggio è stata colpita da una multa record di $ 2,5 miliardi per il suo coinvolgimento nelle manipolazioni dei tassi di interesse.

Ha anche affrontato delle indagini  delle autorità svizzere per sospetta fissazione dei prezzi sul mercato dei metalli preziosi e da parte di investigatori americani sulla sua filiale di Mosca, per il sospetto di un possibile coinvolgimento nel riciclaggio di denaro.

Il nuovo capo del gruppo John Cryan ha promesso un cambiamento culturale radicale all’interno della banca, ma gli investitori sono preoccupati che le spese processuali colpiranno la redditività per gli anni a venire.

Nel mese di ottobre, la Banca ha dichiarato che 9.000 unità del personale permanente avrebbero perso il posto di lavoro, oltre ad altri 6.000 lavoratori esterni. Ha inoltre confermato che avrebbe tagliato drasticamente i dividendi.

Nonostante i pesanti costi di ristrutturazione,  Cryan ha promesso di continuare sulla stessa strada:

Sappiamo che i periodi di ristrutturazione possono essere difficili. Tuttavia, sono sicuro che continuando ad implementare la nostra strategia in modo disciplinato, possiamo trasformare la Deutsche Bank in un istituto più forte, più efficiente e con migliori prestazioni“.

Ci stiamo concentrando sul 2016 e stiamo continuando il nostro lavoro per saldare il contenzioso. L’opera di ristrutturazione e di investimento nell nostre piattaforme continuerà anche quest’anno.

Categories Fonti Nazioni