RT: la petizione sul “Fixit” promuove il dibattito sull’euro-exit in Finlandia

La recessione colpisce duramente la Finlandia (ne abbiamo parlato quiqui e qui nell’ultimo anno) e continuano a crescere all’interno le voci contro l’euro (ne abbiamo parlato qui e qui). RT ritorna sul punto: la petizione pubblica sul Fixit è giunta al termine del suo percorso e nelle prossime settimane porterà ad un dibattito parlamentare sull’uscita dall’euro. Nonostante il gran numero di firme, al momento la petizione contribuirà soltanto a promuovere il tema nell’opinione pubblica: il sostegno all’euro-exit è ancora minoritario nel paese e anche in parlamento sembra un’iniziativa isolata del suo promotore.

RT, 11 marzo 2016

Il parlamento finlandese nelle prossime settimane discuterà se il paese dovrebbe abbandonare la moneta comune europea, secondo un funzionario riportato da Reuters.

Cattura1

“Dato che abbiamo problemi nell’Unione Europea con il Grexit e il Brexit, la Finlandia dovrebbe fare Fixit?

Il dibattito segue una petizione pubblica firmata da più dei 50000 finlandesi necessari per portare la discussione in parlamento. Non è ancora stata decisa una data per il dibattito.

Secondo l’agenzia, è improbabile che la discussione porti ad un’uscita della Finlandia dall’euro zona, ma il numero di firme mostra una forte disapprovazione pubblica per le prestazioni economiche del paese.

 

Cattura2

Riparate [la Finlandia] o uscite [dall’euro]: il parlamento della Finlandia deciderà sull’uscita dall’euro zona nel 2016

La petizione firmata da 53000 cittadini è stata depositata dall’euro-parlamentare Paavo Vayrynen. Vayrynen dichiara che la Finlandia potrebbe perdere l’indipendenza politica ed economica se rimane nell’euro.

“Dovremmo rianimare la nostra economia abbandonando l’euro zona e ripristinando la nostra moneta (con un tasso di cambio flessibile). Ciò ristabilirà la nostra competitività”, ha detto Vayrynen, aggiungendo che l’idea di lasciare l’euro è molto popolare.

Tuttavia, la petizione non è supportata da nessun partito in parlamento, incluso il Partito di Centro di Vayrynen. Secondo un sondaggio rilasciato da Eurobarometro lo scorso novembre, il 64% dei finlandesi è a favore dell’euro.

Cattura

‘Paavo Vayrynen: “Abbiamo…perso un quarto della nostra industria. Il nostro costo del lavoro è troppo alto” ‘ ‘la vera storia è che la Finlandia ha perso il suo margine di competitività. L’euro non è il problema, il Fixit sarebbe soltanto una soluzione parziale.’

Olav Melin, direttore dei rapporti con i media e dell’informazione nel think tank finlandese MAGMA, crede che l’iniziativa non otterrà nemmeno il supporto dei parlamentari finlandesi.

“Vayrynen… è abbastanza isolato in questa missione”, ha detto Melin a RT. “Penso che non ci sia nessun politico serio nell’intero parlamento con cui potrebbe far squadra su questa iniziativa”.

Melin ha affermato che l’iniziativa deve ancora essere discussa da una commissione parlamentare idonea prima di essere portata in dibattimento generale.

L’economia del paese è cresciuta solo dello 0,4% nell’ultimo anno dopo 3 anni di contrazione. Il declino di Nokia e la recessione nella vicina Russia sono visti come i maggiori fattori [della depressione della Finlandia].

Categories Voci dall'estero