L’immigrazione da paesi a prevalenza musulmana dovrebbe essere fermata? Solo il 20% degli europei non è d’accordo.

Nonostante tutti i media più diffusi non perdano occasione per decantare i presunti benefici – e in ogni caso l’inevitabilità – dell’immigrazione di massa, il sentimento popolare è ben differente. Come testimonia un recente sondaggio, gli europei sono in larga maggioranza contrari a questo fenomeno. Questo è uno dei motivi per cui, ancora una volta, le possibilità di vittorie politiche dei leader “populisti” euroscettici e contrari all’immigrazione vengono sistematicamente sottovalutate.

 

Di Mike Shedlock, 15 febbraio 2017

 

Lunedì Nigel Farage ha tenuto un discorso al Parlamento Europeo in cui ha detto “Chatham House, una fonte autorevole, ha pubblicato un sondaggio molto esteso tenuto in 10 stati europei, e solo il 20% delle persone ha detto di volere che l’immigrazione dai paesi musulmani continuasse”.

Ecco il sondaggio di Chatham House a cui ha fatto riferimento Farage: Cosa ne pensano gli europei dell’immigrazione musulmana?
Il sondaggio di Chatham House

Nel nostro sondaggio, tenuto prima che venisse annunciato l’ordine esecutivo del Presidente Trump, agli intervistati è stata sottoposta questa affermazione: “Tutte le ulteriori immigrazioni dai paesi a maggioranza musulmana dovrebbero essere fermate”. Quindi è stato loro chiesto fino a che punto erano o non erano d’accordo con l’affermazione.

In media, nelle 10 nazioni europee, il 55% degli intervistati era d’accordo con l’affermazione, il 25% non era né d’accordo né in disaccordo e il 20% era in disaccordo.

La maggioranza assoluta in tutti i paesi, tranne 2 – dal 71% della Polonia, al 65% in Austria, al 53% in Germania, al 51% in Italia, al 47% nel Regno Unito e al 41% in Spagna. In nessun paese la percentuale di chi era in disaccordo andava oltre il 32%.

Per essere più precisi, il 55% era contrario a ulteriore immigrazione, il 20% era di parere opposto, mentre il 25% sembrava avere dubbi sull’affermazione, probabilmente riguardo la parola “tutte”.

Se Chatam avesse scritto l’affermazione in maniera un po’ diversa, è possibile che quasi tutti gli indecisi avrebbero potuto essere d’accordo, e anche che qualcuno di quelli che non erano d’accordo avrebbe potuto cambiare opinione.

È interessante notare che la Polonia è il paese più contrario all’immigrazione. Ancora una volta, se l’affermazione fosse stata scritta un po’ diversamente, sospetto che i polacchi sarebbero stati d’accordo al 90%.

Le differenze socio-demografiche

Gli istruiti e i giovani 

Le persone più istruite e i più giovani si sono distaccati dalla media.

Siamo in uno di qui casi “élite liberiste più ragazzini ingenui contro il resto del mondo”? Se così fosse, non si tratterebbe della stessa cosa avvenuta per la Brexit?

Guardiamo bene anche alla Francia, nel primo grafico. Il 61% dei francesi vuole fermare tutta l’immigrazione, e solo il 16% non è d’accordo.

Mettiamocelo bene in testa.

Come ho già avuto modo di dire, i media mainstream, i sondaggi, e l’élite liberale stanno seriamente sottostimando le chance della candidata euroscettica Marine Le Pen di vincere le prossime elezioni presidenziali francesi.

 

Categories Nazioni Voci dall'estero