Tanti auguri ai nostri lettori per l’anno che arriva, con una riflessione su temi importanti che stanno alla base della nostra vita reale: percepire il mondo esterno come messinscena collettiva dello stato interiore dell’umanità ci porta a desiderar di conquistare la capacità di decidere sul nostro stato di coscienza come  premessa fondamentale per cambiare il contesto sociale. E poiché non ci sarà possibilità alcuna di modificare realmente questo sistema patologico se non cominciando a cambiare noi stessi,  la “governance” elitaria che comanda è interessata a mantenerci con ogni mezzo in questo stato di non padronanza di sé.  

Sul tema, consigliamo anche questa bella intervista di Byo Blu sulla visione dell’uomo alla base del pensiero liberista e alla base del pensiero Keynesiano.

Buon 2018 !