In questo articolo Zero Hedge nota come la grande banca speculativa Goldman Sachs si stia impegnando a tenere salde le mani sulle politiche finanziarie in Europa. Mentre Mario Draghi si accinge a terminare l’incarico alla BCE, Goldman Sachs colloca un altro dei suoi allievi nelle stanze dei bottoni, riuscendo a farlo nominare viceministro delle finanze del nuovo governo tedesco.

 

 

di Zero Hedge, 19 marzo 2018

 

Dopo aver collocato i propri allievi nella maggior parte delle banche centrali, Goldman Sachs sta ora puntando ancora più in alto: dritto ai governi nazionali. Lunedì mattina, un portavoce del ministero delle finanze tedesco ha affermato che il co-direttore della sezione tedesca di Goldman Sachs, Joerg Kukies, diventerà viceministro delle finanze nel nuovo governo tedesco.

 

Secondo Reuters, Kukies sarà responsabile delle politiche del mercato finanziario e dell’area europea nel suo nuovo ruolo, a quanto ha riferito il portavoce del ministero. In altre parole, con Mario Draghi – un altro allievo di Goldman Sachs – che si accinge a terminare il mandato alla BCE, Goldman rifiuta di cedere il controllo sugli sviluppi delle politiche finanziarie europee, e in questo senso ha già fatto la sua mossa.

 

Kukies ha prestato servizio come consigliere delegato di Goldman Sachs e come co-direttore della sezione tedesca e austriaca dall’ottobre 2014. Kukies era incaricato di supervisionare la suddivisione dei titoli azionari e dei titoli a rendimento fisso per conto di Goldman Sachs in Germania e in Austria.

 

A seguito della sua nomina nel governo tedesco, Kukies ha rassegnato le dimissioni da co-direttore della sezione tedesca e austriaca, secondo quanto riferito in una dichiarazione via email da una portavoce di Goldman Sachs. “Nel prossimo futuro, Wolfgang Fink guiderà la sezione tedesca e austriaca di Goldman Sachs con ruolo di amministratore delegato unico“.

 

È ironico notare che non molto tempo fa Kukies, sul blog di Goldman Sachs, aveva condiviso i seguenti consigli, quelli che a suo dire avrebbe dato a se stesso da giovane:

 

1. Prepara bene chi ti dovrà sostituire. È controintuitivo, ma preparare un collega a prendersi carico delle tue attuali responsabilità ti permette di avanzare più rapidamente a gradi superiori.

 

2. Sii un buon venditore. Non importa in quale settore, la qualità dei servizi che offri ai tuoi clienti interni o esterni è il miglior predittore del tuo successo nei prossimi dieci anni.

 

3. Pensa a lungo termine. Nonostante l’industria dei servizi finanziari sia caratterizzata da continui cambiamenti, scoprirai che molti dei tuoi clienti attuali rimarranno tuoi clienti anche in futuro – ma saranno in posizioni più elevate – tra cinque, dieci o quindici anni.

 

4. Fai attenzione alle potenzialità. Qualsiasi candidato con cui hai un colloquio oggi potrebbe diventare il tuo migliore collega – o il tuo migliore cliente – domani.

 

5. Condividi i tuoi obiettivi. Fai attenzione alle tue aspirazioni e ambizioni. Fermati a pensare alla tua futura carriera, e non tenere i tuoi piani solo per te stesso.

 

Ora che è diventato il secondo consigliere finanziario più influente della Germania, possiamo dire che si è effettivamente attenuto a tutti e cinque i punti.