Bagnai: Dal terrore dello spread allo spread del terrore

Pubblichiamo la traduzione dell'articolo del prof. Bagnai,  

di Alberto Bagnai, 8 gennaio 2015

Sapevo che i media italiani non ci avrebbero ingannato deluso, e avevo ragione.

Roberts: Cui Bono l’attacco a Charlie Hebdo?

Non lo diciamo noi, lo dice un economista e giornalista americano molto noto, ex consigliere dell'amministrazione Reagan ed editorialista del Wall Street Journal:

di Paul Craig Roberts,

Sapir: Lezioni da un massacro

Interessanti e approfondite riflessioni di Jacques Sapir sul massacro di Charlie Hebdo: una parte dei giovani figli di immigrati non riescono a integrarsi perché non esiste niente a cui

Grecia: Dove sono finiti tutti i soldi?

  Di Yiannis Mouzakis, 5 gennaio 2015 L'importo totale dei prestiti che l'eurozona e il Fondo Monetario Internazionale hanno fornito alla Grecia tra maggio 2010 e i più recenti esborsi della scorsa

Sapir: La Cancelliera e i ciechi

Il   di Jacques Sapir, 4 gennaio 2015 E così, la Cancelliera Angela Merkel l'ha detto chiaramente. Un'uscita dall'euro da parte della Grecia, dopo le prossime elezioni del 25 gennaio, non è

L’intervista di Handelsblatt a Draghi

Il

Intervista a Mario Draghi, Presidente della BCE, 2 Gennaio 2015

Signor Presidente, il Papa è del parere che, in questi giorni, l'Europa sembri vecchia e

Flassbeck: Il primo ministro giapponese ha fallito con la sua Abenomics?

Un   di Heiner Flassbeck, 8 dicembre 2014 Traduzione di Arturo Negli ultimi anni avevamo parlato in più occasioni (per esempio

Abbiamo detto fin dall’inizio che il Giappone ha soprattutto un

FT: Renzi è l’ultima speranza dell’élite italiana

Il Financial Times   Di Tony Barber, 1 gennaio 2015 Nella commedia politica del 1929 di Bernard Shaw “The Apple Cart”, re Magnus d'Inghilterra minaccia di stravolgere la costituzione abdicando al trono

Sapir: L’euro e il rischio della civetta

  di Jacques Sapir, 30 dicembre 2014 Così prevede la Costituzione: ci saranno elezioni anticipate in Grecia, che dovrebbero svolgersi il 25 gennaio. Con l'incapacità del premier Samaras di far eleggere il

Guardian: La Grecia ha perso il potere contrattuale di minacciare l’euro-exit

La Grecia non ha più il potere contrattuale di una volta, e  le richieste di Syriza per una remissione del debito probabilmente non saranno accolte di Phillip Inman - 29 dicembre